Concessioni

Concessioni e autorizzazioni relative ai beni demaniali attinenti alla bonifica

Consorzi di bonifica: cosa sono

I Consorzi di bonifica e irrigazione sono enti pubblici economici a carattere associativo e fanno parte degli enti del sistema regionale. La loro funzione ed attività è disciplinata dalla legislazione nazionale e regionale ed è retta da uno statuto approvato da Regione Lombardia.

Regione Lombardia promuove e organizza l'attività di bonifica e di irrigazione come strumento essenziale e permanente per garantire la sicurezza idraulica del territorio, l' uso plurimo e la razionale utilizzazione a scopo irriguo delle risorse idriche, la provvista, la regimazione delle acque irrigue, il risparmio idrico, ecc...

Per garantire una omogenea gestione e controllo sui Consorzi di bonifica, Regione Lombardia  ha emanato dei criteri generali cui tutti i Consorzi devono tener conto per la gestione amministrativa e del territorio. Tali criteri riguardano: piano generale di bonifica, di irrigazione e di tutela del territorio rurale, piano comprensoriale di bonifica e programmi comprensoriali triennali, piani di classificazione degli immobili, statuti dei consorzi di bonifica, spese generali per le attività tecnico-amministrative svolte dal personale consortile per la realizzazione di opere pubbliche di bonifica ed irrigazione.

Competenze dei Consorzi di bonifica

I consorzi di bonifica, per la realizzazione delle finalità assegnate dalla l.r. n. 31 del 5 dicembre 2008, esercitano nell'ambito del comprensorio di competenza, tra le altre, le seguenti funzioni:

  • progettazione, realizzazione e gestione delle opere pubbliche di bonifica avute in concessione dalla Regione;
  • progettazione, realizzazione e gestione di impianti di produzione di energia elettrica nei canali consortili;
  • realizzazione di opere di prevenzione e protezione dalle calamità naturali mediante interventi di ripristino delle opere di bonifica e irrigazione, di manutenzione idraulica;
  • espressione del parere sulle domande di concessione di derivazione di acqua pubblica aventi rilevanza per il comprensorio, nonché del parere obbligatorio alla provincia previsto dall'articolo 36 della legge regionale n. 14 dell'8 agosto 1998 ("Nuove norme per la disciplina della coltivazione di sostanze minerali di cava");
  • attuazione degli interventi di competenza anche in economia secondo uno specifico regolamento regionale.

Reticolo idrico di competenza dei Consorzi di bonifica

L'appartenenza dei corsi d'acqua al reticolo idrico di competenza dei Consorzi di bonifica (RIB) è definita dall'allegato C della delibera n. 4229 del 23 ottobre 2015, "Riordino dei reticoli di Regione Lombardia e revisione dei canoni di polizia idraulica", e dalle successive modifiche ed integrazioni.

Sui corsi d'acqua del RIB, i Consorzi di bonifica svolgono il ruolo di Autorità idraulica ed esercitano tutte le funzioni di polizia idraulica. Fanno eccezione i corsi d'acqua elencati nell'allegato B, per i quali il ruolo di Autorità idraulica è ricoperto dall'Agenzia Interregionale per il fiume Po (AIPo).

Regione Lombardia con apposite convenzioni ha affidato ad alcuni Consorzi di bonifica (tra i quali il Garda Chiese) la gestioni di alcuni corsi d’acqua ricadenti nel territorio comprensoriale del Consorzio interessato, ma iscritti al reticolo idrico principale (RIP) per garantire una migliore organizzazione e funzionalità, tenuto conto della specificità del territorio e del reticolo idrico, ed avere una corretta e omogenea gestione dei territori sottesi.

Inoltre, i Consorzi di bonifica possono stipulare specifiche convenzioni con i Comuni per la gestione dei corsi d'acqua del reticolo idrico minore di competenza comunale (RIM).

Polizia idraulica

La competenza sui corsi d’acqua del reticolo idrografico lombardo è esercitata da una pluralità di soggetti (Regione Lombardia, Agenzia Interregionale per il fiume Po - AIPO, Comuni, Consorzi di bonifica), in relazione alle caratteristiche del corso d’acqua stesso. La complessità della rete idrografica superficiale della Lombardia comporta la possibilità che, anche su uno stesso corso d’acqua, si verifichi una suddivisione di competenze tra i vari enti.

Il reticolo idrografico del territorio regionale è classificato nel seguente modo:

  1. Reticolo idrico principale (RIP) di competenza di Regione Lombardia o AIPO;
  2. Reticolo idrico minore (RIM) di competenza comunale;
  3. Reticolo idrico consortile (RIB) di competenza dei Consorzi di bonifica e irrigazione;
  4. Reticolo privato.

Qualunque opera o attività si voglia realizzare nelle aree comprese nel demanio idrico fluviale o nelle fasce di rispetto dei corsi d’acqua dovrà essere preventivamente autorizzata dall’ente competente.

Le domande per l’uso delle aree del demanio idrico o di nulla osta idraulico devono essere inviate on line tramite l’applicativo SIPIUI (Sistema Integrato di Polizia Idraulica ed Utenze Idriche).

La normativa di riferimento è:

  • il regio decreto n. 523 del 25 luglio 1904;
  • la legge regionale n. 4 del 15 marzo 2016;
  • la delibera n. 4439 del 30 novembre 2015;
  • la delibera n. 7581 del 18 dicembre 2017.

Allegati

Per ulteriori informazioni sull'attività dei Consorzi di bonifica e sull'esercizio della funzione di polizia idraulica, consultare il sito della Regione Lombardia, nella sezione dedicata.

Informazioni utili per istanze di parte

Per informazioni è possibile rivolgersi all'Ufficio di Polizia Idraulica, al n. 0376/321278, negli orari di apertura al pubblico:

- da lunedì a venerdì 9.00 - 12.00
- lunedì, martedì e giovedì 14.30 - 17.00

Il Capo Settore Servizi Agrario Catastali è il Geom. Claudio Botturi

La modulistica da impiegare per le domande di polizia idraulica è reperibile nell'apposita sezione.

Sede centrale

Mantova
Corso V. Emanuele II, 122
46100 MANTOVA

Tel 0376.321278
E.mail:  info@gardachiese.it
PEC:: cb.gardachiese-bonifica@pec.regione.lombardia.it

Apertura al pubblico:
- da lunedì a venerdì 9.00 - 12.00
- lunedì, martedì e giovedì 14.30 - 17.00

C.F. 01706580204

Sedi periferiche

Castellaro Lagusello
via A.T. E. Guerra, 1
loc. Castellaro Lagusello
46040 Monzambano (MN)

Apertura al pubblico:
martedì 09.00 - 12.00 / 14.30 - 17.00